Forma, colore e tema delle bomboniere comunione, designano la personalità del bambino

Come alcuni studi dimostrano, le bomboniere comunione possono riflettere lo stato d’animo del bambino, in una fase molto complessa, ossia quella che segna il passaggio tra l’infanzia e la pre-adolescenza. La scelta delle bomboniere comunione, potrebbe dipendere infatti dal tipo di vita relazionale condotta, indicando approssimativamente lo stadio di maturità raggiunto dal bambino.

Così degli angeli spiritosi, piuttosto che degli animali, oggetti e monili di svariate tipologie, oltre a rappresentare il ricordo di un avvenimento importante, testimonieranno lo stato di crescita del bambino, i suoi gusti e le sue tendenze. Le bomboniere comunione più richieste, restano in ogni caso quelle tradizionali: cuori, personaggi dei cartoons, angeli impreziositi da vesti plissettate e orsetti, facilmente adattabili ad

Sicuramente il momento della prima comunione è un passo importante nella vita di ogni individuo, non tanto per il rilievo dell’evento in sè, quanto per il valore spirituale e o materiale, attribuitogli dal diretto interessato. Può essere infatti considerata la prima tappa verso l’età adulta, così come la prima vera assunzione di responsabilità, nei confronti di se stessi e degli altri. Volente o nolente, si tratta infatti di una promessa, da condividere con altri coetanei, amici e parenti, invitati a commemorarla in una precisa giornata. Inoltre, la considerazione di cui il fanciullo sarà protagonista durante i festeggiamenti, lo farà sentire cresciuto e di conseguenza in diritto di “entrare ufficialmente in società”.

Di frequente capita che la decisione relativa alle bomboniere comunione, dipenda più dai genitori che dal festeggiato. In questo caso, sarebbe stupido avanzare tesi di qualsiasi tipo sulle peculiarità dell’oggetto prescelto. L’aspetto interessante da analizzare, sarebbe infatti, proprio quello relativo alla tipologia di bomboniere comunione richieste dal ragazzino. Forma, tema, dimensioni e colore, sono elementi da non sottovalutare, così come accadrebbe con un disegno realizzato sui banchi di scuola. In definitiva la prima comunione non può essere considerata solo in termini d’indottrinamento della chiesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *